Rapporto Annuale 2016

Lettera del presidente

Nel 2005, quando andai in pensione dal mio ruolo di presidente ed amministratore delegato di STMmicroelectronics, decisi di creare una organizzazione non profit per aiutare i bambini bisognosi utilizzando una parte dei proventi derivanti dalla mia liquidazione con il supporto prezioso di molti amici e colleghi.

Dopo 11 anni di impegno continuo i risultati ottenuti possono essere riassunti come segue:

  • Più di 3.500 bambini bisognosi hanno avuto accesso alla scuola ed a servizi sanitari di base e nutrizione;
  • 475 studenti hanno completato con successo scuole professionali;
  • Più di 45 infrastrutture sono state completate in villaggi e rispettive scuole;
  • Più di 32 villaggi e decine di migliaia di beneficiari indiretti sono stati toccati dalle nostre azioni.

Questi risultati sono stati raggiunti con un investimento medio annuale di € 300.000, ed una spesa infrastrutturale pari a meno del 4% del nostro budget, grazie a procedure di investimento molto caute, collaborazioni con ONG locali, sempre facendo leva su importanti network di volontari che ci hanno aiutato a devolvere ogni euro donato ai nostri progetti alle aree di intervento.

Abbiamo aiutato bambini bisognosi a ricostruire il loro futuro diventando dei membri attivi delle comunità di appartenenza. Sappiamo che i nostri sforzi sono una goccia in un oceano di bisogni, ma sono altresì importanti per le persone che riusciamo a raggiungere. Il nostro lavoro si basa su un forte coinvolgimento di gruppo e tutta la nostra gratitudine va ai nostri supporter, i membri del consiglio d’amministrazione, i volontari, i partner ed i donatori per la loro fiducia e generosità che ci permettono di raggiungere i bambini meno fortunati.

Cordialmente,
Pasquale Pistorio

La Nostra Identità

Children’s rights to access a good level of education and thereby build a brighter future for themselves, their families and the communities they live in is the heart of Pistorio Foundation’s work.

Fondazione Pistorio è una organizzazione non profit che dal 2005 lavora per promuovere e difendere il diritto inalienabile di ogni bambino di ricevere una istruzione adeguata, considerandola quale prerequisito per migliorare le condizioni di vita generale degli individui e promuovere lo sviluppo sostenibile.

Il diritto dei bambini di accedere a un buon livello educativo, e di conseguenza di essere in grado di costruire un futuro migliore per loro stessi, per le loro famiglie e per le comunità di appartenenza, è il principio ispiratore del lavoro della Fondazione.

Combattiamo per garantire ai nostri beneficiari un futuro migliore, promuovendo la loro inclusione e il loro benessere in collaborazione con partner locali con cui lavoriamo sempre seguendo approcci sistemici.

Le tappe fondamentali dal 2005 ad oggi

La Nostra Missione ed Approccio

Throughout 2016, the Foundation has continued to maintain a very positive trend for the implementation of its programs and projects.

Per tutto il 2016, la Fondazione continua a mantenere un andamento positivo nell’implementazione dei suoi programmi e progetti. Abbiamo continuato a supportare l’istruzione dei nostri ex studenti, ricevendo dei feedback positivi dagli indicatori di progetto che utilizziamo e dalle testimonianze ricevute dai nostri beneficiari e da altri stakeholder chiave come genitori, e personale scolastico sui successi ottenuti durante i rispettivi iter formativi di lungo periodo. In parallelo abbiamo mantenuto il nostro approccio olistico del villaggio insieme con i programmi di sostegno rivolti a supportare interi villaggi e comunità in un’ottica di sviluppo sostenibile.

La missione

La nostra missione è migliorare le condizioni di vita dei bambini che vivono nelle comunità più povere con un focus particolare sull’educazione. Dal momento della creazione, Fondazione Pistorio è stata capace di garantire borse di studio ad oltre 3.500 bambini ed oltre 470 studenti hanno ormai completato il loro iter formativo dalla scuola elementare fino ad ottenere un diploma professionale.

L’approccio villaggio

Nell’attuazione della nostra missione, siamo molto affezionati a quello che abbiamo definito come l’approccio villaggio. La nostra convinzione è, infatti, che sia necessario assicurare l’accesso all’istruzione ai bambini bisognosi e appartenenti ai contesti più disagiati, come per esempio ai minori che vivono in comunità rurali  fornendo loro un programma di borse di studio olistico che gestisca non solo l’aspetto di mera educazione, ma anche quelli di salute, nutrizione e che allo stesso tempo abbia cura del benessere del villaggio promuovendo risorse di sostentamento per le famiglie stesse. In questo modo le comunità in un orizzonte temporale di un decennio saranno in grado di sostenersi da sole, supportando esse stesse l’educazione dei loro figli.

Per ogni comunità con cui lavoriamo, iniziamo proprio a gestire prima le istanze derivanti da barriere educative e sanitarie per i bambini e, in una seconda fase, lavoriamo con le comunità locali per lo sviluppo del villaggio migliorando l’accesso all’acqua, all’elettricità e promuovendo le opportunità economiche. Siamo testimoni del fatto che in questi villaggi le scuole diventano i punti focali dove i bambini imparano non solo nozioni accademiche, ma anche concretamente come coltivare il loro cibo, cooperare con i compagni e dove i genitori incontrano gli insegnanti e i membri della comunità per essere coinvolti attivamente nell’educazione dei rispettivi figli rafforzando altresì le proprie competenze e conoscenze su temi fondamentali come l’igiene, la salute, migliorando in sintesi il livello educativo generale. I genitori imparano come capire il valore dell’istruzione e diventare così di maggior aiuto per i figli.

Il programma di scholarhsip della Fondazione fornisce a bambini in età scolare ciò che necessitano per frequentare e avere successo a scuola: trasporto per andare scuola, materiale scolastico, uniformi, pasti, check-up medici annuali, supporti economici per i dormitori là dove le scuole siano lontano da casa etc. Il nostro programma di infrastrutture crea e migliora gli edifici scolastici assicurando un ambiente più sicuro, sano dotato di quei servizi sanitari e alimentari che più si confanno alle esigenze dei bambini. Dove possibile promuoviamo anche attività agricole e di giardinaggio nei pressi delle scuole così che i bambini sappiano come gestire delle colture.

Perché ci focalizziamo sull’educazione?

Fondazione Pistorio dedica una grande attenzione alla capacità di assicurare una formazione di qualità. Crediamo infatti che questo sia non solo un diritto fondamentale per il bambino, ma sia anche una necessità primaria per permettere la crescita e lo sviluppo di qualunque comunità. Investire in educazione dà alle persone quelle capacità necessarie per permettere loro di allontanarsi dalla povertà dirigendosi verso una maggiore prosperità. Oltre a ciò è provato come l’istruzione possa migliorare all’interno delle comunità:

  • Sanità: attraverso l’istruzione le persone sono più preparate a prevenire le malattie e ad utilizzare in modo più efficiente i servizi sanitari. Per esempio, i ragazzi che hanno completato le scuole primarie hanno il 50% in meno di possibilità di contrarre l’HIV rispetto ai loro compagni che non hanno alcuna scolarizzazione. Madri istruite hanno dei figli più sani.
  • Reddito e crescita economica: in molti paesi poveri ogni anno addizionale di frequenza scolastica garantisce ai singoli individui la possibilità di avere stipendi superiori del 10%. Questi redditi contribuiscono anche alla crescita economica del paese. Nessun paese ha mai raggiunto una crescita stabile senza raggiungere altresì un tasso di alfabetizzazione di almeno il 40% della popolazione adulta.
  • Democrazia e stabilità politica: l’istruzione supporta la crescita di una società civile, democratica dove regna la stabilità politica aiutando le persone ad imparare di più relativamente ai rispettivi diritti, acquisendo tutte quelle competenze e conoscenze necessarie ad esercitarli.

Governance

La Fondazione è guidata dai principi e valori condivisi della trasparenza integrità e dedizione alla nostra causa e missione. Applichiamo pratiche di governance efficaci che riflettano il nostro motto e i valori. Fondazione Pistorio opera con il supporto di tre categorie di persone totalmente dedicate:

  • Membri del consiglio direttivo e direttore operativo: sono responsabili per la definizione delle strategie al fine di implementare la missione dell’organizzazione. Condividono le proprie esperienze e capacità per il pieno raggiungimento dei risultati.
  • Country manager: coordinano i progetti direttamente dalle aree di intervento riportando al quartier generale, lavorando con i partner locali e mantenendo le relazioni con gli istituti ed enti governativi.
  • Volontari: individui particolarmente fedeli all’organizzazione che liberamente offrono il loro lavoro per gli scopi più diversi come per esempio le attività di raccolta fondi, comunicazione, missione verificando lo stato di sviluppo dei progetti educativi.

Struttura organizzativa di Fondazione Pistorio

 

 

2016  a colpo d’occhio

Risultati principali

  1. Beneficiari
  • Sponsorship: 1.162 beneficiari diretti.
  • 49 studenti hanno completato la scuola professionale.
  1. investimenti:
  • 2016: € 208.368 investiti.
  • 2016 costi generali (legali/audit/ spese bancarie: 7.112 (4% del budget totale).
  1. Cambiamenti logistici
  • Trasferimento del quartier generale da Ginevra a Milano e chiusura del chapter di volontari a Singapore.

Aree di Intervento

Tailanda
Contesto e sfide

Secondo quanto afferma uno studio recente condotto dall’OCSE e dall’Unesco la Tailandia si trova ad un crocevia. In meno di una generazione il paese si è spostato da una società largamente agricola a basso reddito ad un paese di reddito medio-alto, ed è divenuto un contributore chiave dello sviluppo economico della regione del sud-est asiatico. Allo stesso tempo il paese ha attivato una riforma educativa investendo una porzione significativa della ricchezza nazionale nella formazione dei cittadini più giovani. Il tasso di frequenza scolastica nel paese sta migliorando soprattutto ai livelli primari, e un buon numero di giovani continua la propria formazione a livelli sempre più alti e professionali.

Ad ogni modo non tutti gli individui hanno beneficiato egualmente di questa espansione. L’accesso all’educazione rimane particolarmente deludente tra i bambini poveri che provengono da contesti disagiati e vivono perlopiù in aree rurali. Grandi disparità rimangono ancora e i benefici dei progressi economici non sono stati ripartiti equamente tra tutti i bambini in Tailandia.

Questo è particolarmente vero per i bambini delle minoranze i migranti, i rifugiati e i soggetti più poveri che perlopiù vivono nelle zone remote del paese ai confini della Cambogia, Laos, Malesia, e Myanmar. I bambini che appartengono a questi gruppi spesso non sono neppure registrati alla nascita e per questo sono privati di molti diritti come l’accesso alla sanità e all’educazione

La presenza di Fondazione Pistorio nel paese

Il progetto del Villaggio di Chaing Rai

Pasquale Pistorio visiting Thailand

Pasquale Pistorio in visita in Tailandia

In risposta a queste problematiche, Fondazione Pistorio decise di intervenire nel Paese per trovare una risposta concreta alle sfide esistenti per i bambini più bisognosi che vivevano nelle tribù e comunità rurali in regioni remote del paese. Il progetto del villaggio Chiang Rai fu lanciato nel 2006 come segno concreto dell’impegno dell’organizzazione per l’aumento del tasso d’iscrizione e accesso ad una educazione che fosse veramente di qualità per le minoranze delle tribù, dimostrando anche sensibilità allo sviluppo di programmi rivolti alla sostenibilità agricola di villaggi e comunità locali.

Questo progetto è attualmente l’iniziativa di punta della Fondazione e riflette pienamente l’approccio villaggio secondo cui villaggio dopo villaggio l’organizzazione assicura che ai bambini venga garantito l’accesso all’educazione attraverso borse di studio ad hoc. Parallelamente si migliorano e costruiscono le infrastrutture necessarie alla vita dei villaggi garantendo così una migliore ipotesi di sviluppo della comunità migliorando l’accesso alla rete idrica, alla salute, e ad un reddito familiare sufficiente per i bisogni della famiglia.

Nursery School Children in Ban Mhai Pattanà

Bambini alla scuola materna di Ban Mhai Pattanà

Il progetto è cresciuto costantemente ed in modo significativo nel corso degli anni e siamo stati in grado di mandare a scuola più di 3.000 bambini provenienti da minoranze tribali, fornendo loro il necessario per frequentare ed avere successo a scuola come per esempio: tasse scolastiche, uniformi, materiale didattico trasporto, pasti a scuola, check-up medici e insegnanti qualificati. Questi aiuti sono stati completati da un continuo monitoraggio dei progressi dei singoli studenti e del loro sviluppo complessivo. Inoltre abbiamo migliorato le infrastrutture scolastiche esistenti con strutture igienico sanitarie, da un lato, e cucine/mense più idonee dall’altro, educando così i bambini all’igiene, all’assistenza medica, aiutandoli in modo significativo a migliorare le loro condizioni di vita e quelle dell’intera comunità riducendo il tasso di diffusione di malattie comuni.

The scholarship program provides transportation to school, school supplies and uniforms, and meals in school to hill-tribe children

Trasporto e pasti offerti al dormitorio di Mhai Pattanà

Attualmente supportiamo l’educazione di oltre 1.000 bambini provenienti dalle tribù di montagna della Tailandia del Nord in 14 villaggi. Possiamo contare su 30 diverse infrastrutture scolastiche che abbiamo completato nel corso degli anni (includendo scuole primarie e secondarie, asili, asili nido, locali per gli insegnanti, librerie, aule informatiche e infrastrutture igienico-sanitarie, solo per citarne alcune). Manteniamo rapporti con gli stakeholder chiave per essere garanti del livello educativo garantito dalle scuole e per vigilare sui progressi scolastici degli studenti identificando eventuali problematiche e le relative soluzioni.

Queste iniziative sono state completate in aree selezionate da un progetto multidisciplinare, l’iniziativa dei giardini scolastici. L’idea principale è insegnare ai bambini provenienti dalle tribù come coltivare e produrre cibo che possa poi essere consumato all’interno delle mense scolastiche. Il progetto raggiunge molteplici scopi tra i quali: l’arricchimento dei programmi scolastici, il miglioramento dell’auto sostentamento nelle scuole del villaggio attraverso una partecipazione attiva degli stakeholder chiave(bambini scuola e staff ), la presentazione ai bambini dell’agricoltura e delle competenze necessarie al suo utilizzo come potenziale fonte di reddito, il miglioramento delle condizioni generali di salute e nutrizione della comunità attraverso la consumazione e il consumo di cibi biologici freschi, l’aumento della consapevolezza all’interno della comunità dell’importanza della protezione ambientale e il rispetto della terra attraverso l’utilizzo di metodi di coltivazione biologici.

Students in Huay Kuk Village working in the village school garden plantations

Studenti del villaggio di Huay Kuk Village che giocano nell’orto della scuola

Nel 2016 abbiamo lanciato una partnership con STMicroelectronics Foundation per permettere agli studenti della nostra scuola professionale di frequentare un corso di informatica. Il programma Digital Unify, che proponiamo con questa collaborazione, ha lo scopo di presentare nozioni informatiche di base attraverso un corso di 20 ore in cui gli studenti iniziano a diventare sempre più indipendenti nell’uso dei tool informatici.  Per scopi didattici gli studenti possono accedere alla sala anche al di fuori delle ore di lezione standard per utilizzare gli strumenti presenti per consolidare le nuove competenze acquisite o per accedere ad Internet.

New Informatics class set up with the support of the STMicroelectronics Foundation

La nuova classe di informatica realizzata in collaborazione con STMicroelectronics

Dai nostri Beneficiari

Arisa

Ciao mi chiamo Arisa e mi sono diplomata in contabilità con il massimo dei voti grazie alla mia forte determinazione e al supporto che ho ricevuto dalla Fondazione Pistorio. Vengo dal Myanmar e sono arrivata in Tailandia senza cittadinanza cercando di garantirmi una educazione di qualità per avere migliori opportunità di costruirmi un futuro migliore per me e la mia famiglia. Ho soggiornato con i miei genitori a Phanaseri, un villaggio della tribù di Akha, che si trova poco lontano da VBAC in Chiang Rai. Qui decisi di frequentare la scuola professionale in contabilità e Fondazione Pistorio iniziò a finanziare la mia educazione quando frequentavo le medie e ha continuato fino al raggiungimento del mio diploma. Oggi posso dire con soddisfazione come l’educazione sia la chiave per il successo nella vita. Dopo il conseguimento del mio diploma ho finalmente un lavoro a Bangkok! Grazie Fondazione Pistorio per avermi aiutato.

Marisa è una studentessa eccezionale ed ha vinto per ben due volte la competizione nazionale in contabilità arrivando al primo e al secondo posto.

 

 

 

 

Risultati principali nel  2016

Scholarship Program

  • 1073 studenti provenienti da 14 villaggi nelle province di Chiang Rai and Chiang Mai sono supportati economicamente in diverse scuole dall’asilo all’università.
  • 94 studenti sono iscritti nel nostro programma di sponsorship e frequentano le scuole professionali in Chiang Rai, Chiang Mai e in alcuni centri nelle province di Lamphun e Lampang.
  • 42 studenti si sono diplomati e hanno ricevuto un diploma.
  • Tasso di ritenzione scolastica: 90%.
  • Tasso di promozione: 90%.
  • 1 studente sta frequentando la facoltà di ingegneria nella Università di Rajamangkala.

Supporto logistico

  • 333 studenti ricevono servizi di trasporto dai villaggi alle scuole più vicine.
  • 512 uniformi sono state distribuite.
  • Tutti gli studenti che soggiornano nei nostri dormitori hanno ricevuto dei pasti regolari durante l’anno scolastico nelle seguenti location:
    • A VBAC abbiamo fornito pasti a 57 studenti della scuola professionale.
    • A Ban Mai Pattana abbiamo fornito tre pasti a 23 studenti durante i weekend.
    • Al dormitorio di Kaw abbiamo pagato le rette e il vitto a 15 studenti.

Supporto HR

  • Abbiamo garantito la presenza di sette assistenti nei dormitori che ospitano i nostri studenti.
  • Per migliorare il livello qualitativo dell’educazione scolastica supportiamo lo stipendio di un formatore nella scuola di Huay Kuk.

Risultati ottenuti dall’inizio delle attività

  • Il progetto lanciato nel 2006 ha ad oggi raggiunto più di 3.000 studenti.
  • In 10 anni abbiamo completato 36 progetti infrastrutturali e nel dettaglio: 3 scuole primarie, 3 edifici per il corpo insegnante, 1 scuola secondaria, 3 asili, 7 dormitori, 3 librerie, 3 aule informatiche, 5 asili nido, 2 campi gioco, 1 aula per la musica e l’arte, 3 mense, 3 sistemi di sanificazione dell’acqua, e 1 postazione sanitaria.

Burkina Faso

Contesto e sfide

Il Burkina Faso è un paese a basso reddito senza sbocco sul mare ubicato nell’area sub sahariana. Nonostante l’abbondanza di risorse naturali il paese rimane tra i più poveri al mondo con la quasi totalità della popolazione che vive al di sotto della soglia di povertà. In altre parole, la maggior parte della popolazione vive oggi con meno di $ 1,25 al giorno, con un accesso alla sanità e l’elettricità decisamente scarso. Inoltre il livello di investimenti insufficiente per l’educazione e le infrastrutture impedisce uno sviluppo equilibrato.

Siccità e desertificazione hanno effetti importanti in quest’area del mondo, condizionando negativamente le attività agricole. Altri fattori quali la sovrappopolazione, la deforestazione etc. contribuiscono ad aumentare il degrado ambientale, condizionando gravemente l’agricoltura e lasciando così vivere gran parte della popolazione in assoluta povertà. L’indigenza è specialmente accentuata nelle aree rurali dove la maggior parte della popolazione vive.

Il Burkina ha il più basso tasso di alfabetizzazione al mondo. L’alfabetizzazione maschile si attesta al 40%, mentre quella femminile scende al 29%, fattore questo che contribuisce all’alto tasso di gravidanza delle adolescenti e agli alti livelli di povertà nel paese[1].

[1] Fonte: CIA World Factbook 2017

La presenza di Fondazione Pistorio nel paese

Il progetto del villaggio di Boulkiemdè

Pistorio Foundation’s presence in the country

Nel 2006 la Fondazione Pistorio in collaborazione con il Centro Italiano Aiuti all’infanzia, intervenne nel paese con un progetto specifico dedicato al supporto dell’educazione di 119 studenti bisognosi provenienti dalla regione rurale di Boulkiemdé. L’obiettivo principale dell’intervento era quello di aumentare il tasso di frequenza scolastica nella regione così come l’accesso alle cure sanitarie di base, alla nutrizione e a corsi di igiene.

Cosci della mancanza di infrastrutture sufficienti nel sistema educativo nazionale e in particolar modo nelle aree rurali del paese, la Fondazione decise di incrementare le sue attività nel 2007 con la costruzione di nuove infrastrutture nella scuola primaria di Nibagdo, includendo tra esse l’espansione della scuola con nuove aule, servizi sanitari, mensa e cucina. Nel 2009 la fondazione iniziò un nuovo progetto regionale volto a creare una grande scuola secondaria nel vicino villaggio di Sogpelcé al fine di poter servire una dozzina di villaggi limitrofi includendovi Nibagdo, e ospitando 500 studenti. il progetto si espanse nel 2015 quando la Fondazione in collaborazione con altri donatori costruì tre nuove classi e completò i sistemi elettrici.

Gli sforzi fatti sono stati molto apprezzati nel paese e la nostra scuola secondaria è presto diventata una delle migliori della regione occidentale fornendo un alto standard educativo grazie alle sue infrastrutture funzionali e solide e alla qualità del suo staff.

Ad oggi la Fondazione continua a supportare le borse di studio di 37 bambini. Grazie a questa iniziativa i nostri beneficiari ricevono un pasto al giorno un check-up medico annuale, un contributo alle spese di trasporto, trattamenti sanitari ogniqualvolta sia necessario, materiale sportivo e la possibilità di partecipare ad attività scolastiche estive traendo beneficio della migliore rappresentatività delle associazioni di insegnanti e genitori.

Dai nostri beneficiari

Kiemde SayoubaKiemdé Sayouba

“Ciao, sono Kiemdé Sayouba, e frequento il liceo di Sogpelcé. Sono onorato di avere avuto la fortuna di essere parte del programma di sponsorizzazione. Mi ha permesso di costruire un futuro migliore diventando più responsabile grazie ai nuovi insegnamenti che ho ricevuto a scuola.

CIAI e Fondazione Pistorio mi hanno dato la possibilità di proseguire con i miei studi pagandomi le rette scolastiche, l’uniforme, il materiale didattico e il vitto. Poter andare a scuola ha significato molto per me, ora so di poter sperare in una nuova vita. Mi hanno anche aiutato a capire chi voglio diventare. Voglio essere un medico e voglio curare tutte quelle persone che hanno bisogno di cure e attenzione.”

 

 

 

 

 

Kiende N. Norbert

Padre di Kiende N. Norbert

Sono il padre di Kiendé N. Norbert. Mio figlio sta frequentando la scuola di Sogpelcé . Sono molto felice dell’aiuto che CIAI e Fondazione Pistorio stanno fornendo attraverso il programma di sponsorizzazione. Grazie a questa iniziativa sono stato in grado di iscrivere mio figlio al liceo di Sogpelcé a differenza di altri genitori che non sono stati così fortunati. Ci hanno aiutato a pagare le rette scolastiche e il materiale didattico. Con il loro aiuto possiamo usare i nostri risparmi per altri bisogni delle nostre famiglie. Mio figlio, avendo avuto la possibilità di andare a scuola, è cresciuto in modo diverso rispetto ai suoi amici che non hanno avuto la stessa opportunità. Ora mi aiuta a scrivere le lettere ed è più in gamba dei suoi coetanei che loro malgrado devono stare a casa. Sono felice per quanto ricevuto e auguro buona fortuna a queste due organizzazioni così che possano aiutare sempre più ragazzi nel mondo.

 

 

 

 

 

Risultati principali nel 2016

Scholarship Program

  • 37 bambini hanno partecipato al programma di sponsorship.

Risultati scolastici

  • Tasso di promozione: 100%.
  • Tasso di ritenzione scolastica: 82%.
  • Rapporto studente insegnante: 75 versus 60 della media nazionale.
  • Tasso di assenteismo degli insegnanti: meno di cinque giorni l’anno.

Risultati ottenuti dall’inizio delle attività

  • Il progetto fu lanciato nel 2006 e ad oggi ha raggiunto più di 120 studenti.
  • In 10 anni abbiamo completato nove progetti infrastrutturali e nel dettaglio: ampliamento della scuola primaria di Nibagdo, includendovi una cucina scolastica, una mensa infrastrutture sanitarie per 150 studenti; la scuola secondaria di Sogpelcè, includendovi infrastrutture sanitarie, il sistema idrico ed elettrico della scuola, la libreria e una sala informatica per 700 studenti.

Cambogia

Contesto e sfide

Dopo più di due decenni di solida crescita economica, la Cambogia è riuscita nel 2015 a raggiungere una condizione di reddito medio basso arrivando ad un reddito nazionale lordo pro capite pari a $ 1.070. Il tasso di crescita economica della Cambogia, guidato dal settore del turismo e dell’abbigliamento ha continuato a crescere con un tasso medio del 7,6% tra il 1994 e il 2015.

Nonostante la forte crescita economica e gli sforzi fatti nel corso degli anni per ridurre la povertà, molti sono ancora i problemi socioeconomici che avvolgono il paese. La maggior parte delle famiglie, che è riuscita a scappare dalla povertà, lo ha fatto solo con un breve scarto e circa 4,5 milioni di persone vivono ancora in condizioni precarie avvicinandosi pericolosamente ad una condizione di estrema povertà. Un’educazione ed una sanità universale continuano ancora a costituire una delle sfide principali del paese. Il 33% dei bambini al di sotto dei cinque anni (circa mezzo milione) vivono di stenti a causa di problemi di salute e malnutrizione. E se il tasso d’iscrizione alle scuole primarie è aumentato dall’82% nel 1997 al 97% nel 2016, è peraltro vero che nelle scuole secondarie solo il 43% degli studenti nel 2013 è riuscito a portare a termine gli studi e questo è un risultato significativamente al di sotto della media dei paesi di equivalente reddito. Il 79% della popolazione locale (12,3 milioni di persone) non ha accesso alla rete idrica e il 58% di essi (9.3 milioni di persone) non ha accesso ai servizi igienici[2].

[2] http://www.worldbank.org/en/country/cambodia/overview

 Pistorio Foundation’s presence in the country

La presenza di Fondazione Pistorio nel paese

Il progetto di ritorno a scuola di Phnom Penh

La Fondazione Pistorio in collaborazione con Pour Un Sourire d’Enfant (PSE) dal 2006 contribuisce con il suo programma di sponsorship a dare una nuova opportunità a quegli studenti che, a causa delle condizioni di estrema indigenza, sono stati costretti ad abbandonare la scuola per molti anni. Grazie ad esso infatti viene data la possibilità di accedere a dei programmi accelerati che permettano loro di coprire due anni persi in uno solo. Il sistema dà loro la possibilità di svolgere 12 anni di istruzione in soli sei anni. Conseguentemente i beneficiari hanno la possibilità di iscriversi a scuole di tipo professionale e tecnico che daranno loro la possibilità di avere nuove capacità e un diploma.

I beneficiari che portano a termine il loro percorso educativo e professionale al PSE sono noti per ottenere un miglior lavoro più facilmente rispetto ai loro coetanei grazie all’alta qualità del livello formativo che ricevono. PSE ha ricevuto in più di una occasione commenti molto positivi da parte del ministero dell’educazione per le attività svolte ed è altresì stato invitato dal governo a diventare parte di un comitato strategico rivolto alla organizzazione di istituti professionali e scuole che sposino il modello di recupero scolastico seguendo l’approccio di PSE.

Dal 2007 ad oggi abbiamo aiutato 180 studenti, 90 di essi hanno già ottenuto un diploma professionale e stanno lavorando contribuendo così a migliorare il futuro loro e delle loro famiglie.

Dai nostri beneficiari

Pissey, teacher of cooking in PSE school of hospitality.

Paisy, insegnante alla scuola PSE

Ciao, sono Paisy ho 21 anni e vengo da una famiglia povera di sei fratelli e sorelle.

Sono arrivata al PSE nel 2006 perché la mia famiglia non poteva crescermi in modo appropriato. Prima ho iniziato a studiare alle elementari e poi ho continuato fino alla scuola professionale di turismo.

La ho imparato molto su tutto ciò che riguarda la cucina. Ho anche avuto la possibilità di partecipare a corsi internazionali in Tailandia e Francia. Oggi dopo tutte queste esperienze ho deciso di tornare al PSI ed insegnare tutto ciò che ho imparato agli altri bambini non privilegiati come me. Grazie a questo programma oggi posso pensare ad un’altra vita!

 

 

 

 

 

 

 

Risultati principali nel 2016

Scholarship Program

  • 25 bambini hanno partecipato al programma.

Servizi forniti

  • Cure mediche: tutti gli studenti che partecipano al programma ricevono un check-up medico. generale all’anno, cure mediche gratuite e specifici vaccini qualora sia necessario.
  • Alimentazione: gli studenti ricevono colazioni e pranzi su base giornaliera, i menu sono scrupolosamente controllati da un team di medici.

Risultati scolastici

  • Tasso di ritenzione scolastica: 96%.
  • Tasso di promozione: 94%.
  • Rapporto studente insegnante: 35 versus 45 della media nazionale.
  • Tasso di assenteismo degli insegnanti: meno di quattro giorni l’anno.

risultati dell’anno

  • Nel 2016 cinque studenti hanno completato la scuola professionale e trovato un lavoro.

Risultati ottenuti dall’inizio delle attività

  • Dal 2009, 90 studenti hanno terminato con successo la scuola professionale.
  • Più di 180 studenti hanno ricevuto borse di studio di lungo periodo da fondazione Pistorio.

Marocco

Contesto e sfide

L’istruzione è considerata una dei pilastri fondamentali della società contribuendo fortemente allo sviluppo di ogni paese su più livelli, quali per esempio l’economia, la salute pubblica, la giustizia, i servizi sociali etc., solo per citarne alcuni.

In Marocco però l’istruzione deve essere ancora collocata tra le priorità del governo sia in termini di risorse umane che di investimento finanziario. Dal raggiungimento dell’indipendenza, il sistema educativo ha dovuto affrontare diverse problematiche e nonostante le svariate riforme implementate nessuna di esse ha raggiunto veramente il cuore del problema garantendo soluzioni sostenibili per una migliore qualità educativa ed un miglior tasso di partecipazione.

Una delle iniziative principali voluta per risolvere la situazione attuale è il programma di istruzione non formale (NFEP), lanciato nel paese per ridurre l’analfabetismo e assicurare una conoscenza più diffusa lottando contro uno dei maggiori problemi del sistema educativo marocchino: il tasso di abbandono. Il NFEP è una soluzione flessibile per gli studenti, tra i 9 e i 17 anni, che hanno abbandonato la scuola e che mira a reintegrarli nel sistema scolastico aiutandoli a superare le difficoltà che li hanno fatti fallire. Il suo scopo è di fornire istruzione a tutti reintegrando gli studenti che hanno abbandonato la scuola. Governo e ONG lavorano insieme per migliorare le opportunità educative dei bambini svantaggiati nelle comunità più povere. Il governo ha così un programma ufficiale di educazione non formale con linee guida ad hoc che forniscono una seconda possibilità a chi voglia essere reinserito nel sistema scolastico seguendo un programma biennale NFEP. Implementando questa iniziativa diverse ONG, attive sul territorio, hanno iniziato a organizzare programmi ad hoc fornendo le risorse finanziarie, le infrastrutture ed il capitale umano necessari, identificando i possibili beneficiari del programma. Il governo verifica l’implementazione del programma a livello nazionale.

La presenza di Fondazione Pistorio nel paese

Progetto sui banchi di scuola

Cooking Class

Corso di cucina

Drawing class

Corso di disegno

School Building completes for the Non Formal Education Program

School Building completes for the Non Formal Education Program

Fondazione Pistorio ha iniziato ad operare nel paese nel 2010 con il supporto del suo partner storico il “centro per lo sviluppo comunitario” di Azrou. Lo scopo dell’intervento è quello di riavvicinare gli studenti che hanno abbandonato la scuola ad una nuova opzione educativa che sia in linea con i programmi governativi. I beneficiari provengono da famiglie molto povere che vivono in condizioni di estrema indigenza e che sono stati esclusi dal sistema educativo pubblico. Molti di loro sono soliti vivere sulla strada, frequentando cattive compagnie spesso coinvolte in attività criminali o di lavoro minorile e, di conseguenza, prima di arrivare alla nostra scuola avevano come unica ipotesi di futuro una vita da senzatetto o da bambini lavoratori nell’intento di aiutare le rispettive famiglie. Nelle nostre scuole le loro vite sono state trasformate, hanno finalmente una nuova speranza, un rinnovato orgoglio, fiducia e sogni in un futuro migliore, oltre che nuove aspirazioni da realizzare che permetteranno loro di capitalizzare al meglio i rispettivi talenti, costruendo così nuove possibilità di vita e di lavoro.

Il curriculum scolastico è pensato per studenti tra i 9 e i 17 anni. Anche gli studenti più grandi possono frequentare la scuola professionale partecipando a corsi come parrucchiere, sarto, intagliatore, e tutti gli studenti hanno la possibilità di frequentare corsi standard quali matematica, arabo, francese, scienze, informatica, educazione fisica, teatro e arte. Gli studenti sono anche regolarmente condotti a svolgere attività culturali e sportive che consentano loro di ampliare i rispettivi orizzonti culturali e di socializzazione.

Sulla base dei risultati eccellenti raggiunti e dell’impatto positivo del nostro programma abbiamo ricevuto i complimenti del Ministero dell’Educazione Marocchino. Il nostro centro è stato riconosciuto essere una delle migliori scuole che promuovono il programma di educazione non formale all’interno del paese. Il progetto si è evoluto ulteriormente nel 2013 con la costruzione di una scuola totalmente dedicata al programma NFEP presso la sede del nostro partner. L’edificio può contare ora su tutti quei servizi necessari per fornire un’alta qualità educativa come ad esempio: servizi sanitari, classi fornite di tutti i materiali didattici necessari ai corsi svolti, cucina e mensa.

Dai nostri beneficiari

Chaimae

Mi chiamo Chaimae , ho abbandonato la scuola per motivi personali anni fa e finalmente ho deciso di riprovarci frequentando il centro di Azrou. Quando iniziai a studiare mi resi conto che la scuola mi stava offrendo molte opportunità di corsi professionali come parrucchiera, sarta, incisore che avrebbero potuto interessarmi.

L’anno scorso il centro mi ha scelto tra molti studenti per iscrivermi alla scuola professionale di ISTA nella città di Azrou. Il centro ha sostenuto per me i costi di iscrizione e sono stata ammessa a frequentare un corso di design, un programma qualificante che mi ha permesso di prendere il mio secondo diploma. Il periodo che ho passato ad Azrou è stato uno dei più importanti nella mia vita perché ha aperto i miei orizzonti per un nuovo futuro.

El Hassania padre di Wafae El Houam

Mi chiamo El Hassania e vorrei ringraziarvi per esservi occupati di mia figlia supportandola per tutto il periodo in cui è stata iscritta nella vostra scuola. L’avete preparata ad essere ben accettata nella scuola professionale di tecnologia applicata e ne avete pagato la tassa d’iscrizione. Sono molto felice e rassicurato per mia figlia Wafae El Houam. Grazie al vostro supporto ora può allargare lo sguardo su un futuro migliore.

Grazie per la passione che avete dimostrato verso la realizzazione di una così nobile missione.

 

Risultati principali nel 2016

Bambini supportati

  • 40 bambini hanno partecipato al programma.

Risultati scolastici

  • Tasso di ritenzione scolastica: 82,5%.
  • Tasso di promozione: 82,5%.
  • Rapporto studente insegnante: 20 versus 35 della media nazionale.
  • Tasso di assenteismo degli insegnanti: meno di cinque giorni l’anno.

risultati dell’anno

  • 29 studenti sono stati inseriti in scuole professionali.

Risultati ottenuti dall’inizio delle attività

  • Il progetto è iniziato nel 2010 raggiungendo 245 studenti.
  • 26 studenti hanno terminato la scuola professionale.

Donazioni ricevute nel 2016

Donazioni da fondazioni, multinazionali e aziende private

Silent Foundation 20,000 SGD
STMicroelectronics Foundation 6’750 USD
BNP Foundation 4’000 Euro
Intel Foundation 3’507 CHF
Università della Terza Età di Trento 900.00 Euro
Istituto Privilege Ostuni 360 Euro
Three Sixty Skills 180 SGD

 

Consiglieri della Fondazione
Pasquale Pistorio (Presidente)
Piero Martinotti Consigliere
Roland Farina Tesoriere e Consigliere
Elena Pistorio Consigliere
Carmelo Pistorio Consigliere
Guy Philippe Rubeli Consigliere
Country Managers
Giovanni Satavicca Tailandia
Piero Martinotti Burkina Faso
Mohamed Lasry Marocco
Elena Pistorio Cambogia
Auditors di progetto e volontari
Paolo Bertolani Project Auditor
Francesca Ferrari Project Auditor
Daniela Beltrami Singapore Chapter Coordinator
Pro Bono Contributors 
Mario Orlandi Website Publisher
Patrice Palermo Database Developer
Francesca Ferrari Project Photography/Filmmaker

 

 

Contatti

Fondazione Pistorio
Via Lecco,61
20059 Vimercate (Milano),
Italy
Email:contact@pistoriofoundation.org